Hai perso la password?
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

WELLFEEL – Benessere Organizzativo e Welfare Aziendale – Milano 2021

giovedì, 22 Luglio 2021 - 9:00/ 16:30

€122

WELLFEEL è l’evento che capitalizza la linea editoriale delle riviste Sviluppo&Organizzazione e Persone&Conoscenze che da 9 anni è indirizzata ai temi del benessere organizzativo e agli strumenti per perseguirlo: su tutti il tema del welfare aziendale.

SCOPRI L’INTERO PROGETTO

Cosa significa oggi “stare bene al lavoro“? Negli ultimi anni le imprese si sono orientate verso l’adozione di pratiche che contribuiscono a migliorare le condizioni di lavoro dei propri collaboratori.
Le stagioni di crisi che ha vissuto il nostro Paese, a partire dal 2008, hanno messo in crisi lo stato sociale e gli interventi di riforma, a partire dal 2016, hanno dato impulso alle politiche di welfare aziendale. Il “benessere” e la cura sono entrati a pieno titolo nelle strategie di gestione del personale ma oggi, a valle della pandemia e in seguito a una contrazione dei volumi di business, sarà più difficile dare sostanza a meccanismi introdotti dalle normative, e mettere in atto azioni concrete di sostegno alla persona.
Nell’anno della pandemia il benessere organizzativo assume quindi un nuovo significato. All’interno di scenari mutevoli e economicamente instabili, quali strumenti possono prendere in considerazione le aziende per occuparsi delle persone e soddisfare vecchi e nuovi bisogni?

SCOPRI LE OPPORTUNITÁ DI SPONSORIZZAZIONE

{tab Programma}

9.00 Apertura accredito partecipanti

9.40 Benvenuto e apertura dei lavori
Chiara Lupi, direttrice editoriale –  ESTE

9.50 Dal 2016 al 2021 (e oltre): un lustro di welfare aziendale
Dalle legge di stabilità 2016 ad oggi sono passati poco meno di cinque anni. Sembra poco, ma è cambiata una epoca. Il welfare aziendale è andato affermandosi come leva moderna di gestione delle persone, strumento prezioso per affrontare tanto le stagioni di crescita quanto quelle di crisi, come accaduto nel 2020. La pandemia non solo non ha arrestato la crescita percentuale a tre cifre dei piani di welfare aziendale, ma ha mostrato diverse potenzialità di questo strumento, aprendo scenari interessanti per una più completa affermazione organizzativa, legislativa e contrattuale.
Emmanuele Massagli, presidente – AIWA 

10.15 Welfare aziendale: cos’è e cosa può diventare
Il IV Rapporto Censis – Eudaimon sul welfare aziendale ha evidenziato cosa serve a imprese e lavoratori per ripartire dopo l’emergenza Covid e i suoi strascichi economici e sociali. La necessità e l’opportunità di tornare rapidamente ai livelli pre-crisi si scontra con il senso di precarietà e insicurezza che molti di noi provano e il welfare aziendale può essere decisivo per “tenere insieme” le imprese e le loro persone.
Ma di quale welfare aziendale c’è bisogno? Quali sono le caratteristiche richieste al welfare? Le ritroviamo nelle proposte sul mercato e nei piani aziendali? E se no, cosa manca e come intervenire?
Alberto Perfumo, socio e amministratore delegato – EUDAIMON

10.40La nuova era del Corporate Wellness: la salute del collaboratore ovunque ed in qualsiasi momento
Negli ultimi due anni l’attenzione alla salute è al primo posto nella lista delle priorità delle persone. In questo nuovo scenario anche le aziende giocano un ruolo fondamentale nella promozione del benessere psicofisico del collaboratore, che sia in presenza o smartworking. Technogym da oltre 30 anni promuove lo stile di vita Wellness come una grande opportunità sociale sia per gli individui sia per la collettività intera e dal 2012 supporta le aziende a trovare la miglior soluzione on the go, dando vita a vere e proprie soluzioni per offrire la miglior esperienza di allenamento.
Oggi il Corporate Wellness Program di Technogym  è in grado di incontrare ogni esigenza, con le innovative soluzioni no space, per incentivare il ritorno in ufficio, oppure soluzioni digitali in app, che permettono ai collaboratori di rimanere attivi e Wellness anche a casa, al parco, in vacanza, ovunque
Enrico Cappelletti, health, corporate & performance segment sales director – TECHNOGYM

11.05 Inclusione e Partecipazione: il ponte per superare le disuguaglianze 
L’emergenza sanitaria ha inasprito le disuguaglianze e le situazioni di povertà nello scenario italiano, ampliando il divario e la competitività tra i diversi attori. Quale alternative possono mostrarsi vincenti nel rispondere ad un contesto fortemente mutato e quale soluzioni accrescono gli apporti delle persone, delle organizzazioni, delle aziende nel contesto delle misure previste dallo stato in ambito welfare? Riflessione condivisa sulla valorizzazione delle diversità , l’ascolto e il confronto come volano per una maggiore giustizia sociale e ambientale.
Gaia Melloni, head of organisational effectiveness department – ACTIONAID e FORUM DISUGUAGLIANZE E DIVERSITÀ

11.30 Pausa

12.00 Il welfare, oltre la pandemia
La grande Recessione, prima, e la pandemia poi, hanno reso urgente una riflessione sul ruolo del welfare nel nostro Paese e, più in generale, nei Paesi Europei, giacché un eccesso di eterogeneità nelle politiche sociali appare sempre meno compatibile con un rafforzamento dell’Europa e del suo ruolo nel mondo.
Il modello europeo di welfare, nato sulle macerie della Seconda Guerra Mondiale, ha rappresentato una grande istituzione dedicata alla realizzazione dei diritti dei singoli e alla loro protezione dalle conseguenze di eventi negativi e da difficoltà quali la mancanza di salute, lavoro, reddito, istruzione. Nel tempo, tuttavia, il modello si è progressivamente allontanato dall’originaria impostazione ideale (di William Beveridge) e nella sua pratica realizzazione si è:
a) concentrato sulla componente previdenziale, a scapito di altre voci di spesa sociale quali istruzione, salute, lavoro e famiglia;
b) confrontato con problemi di finanziamento, aggravati dalle tendenze demografiche in atto (invecchiamento) e con il fenomeno della globalizzazione, che ha imposto una competizione al ribasso sul piano della protezione sociale.
Il Covid ha mostrato che i rischi sono non soltanto pervasivi ma anche distruttivi; che troppe categorie sono escluse dal welfare che ha, a sua volta, contribuito a segmentare la società in protetti ed esclusi (soprattutto giovani e donne). La resilienza, elemento centrale del PNRR, si realizza rafforzando gli individui e la società nel suo insieme rispetto al verificarsi di tali eventi negativi, di tipo sia micro, sia sistemico
Essa richiede però di considerare l’intero ciclo di vita e non soltanto (o prevalentemente) la sua parte finale, cioè il pensionamento. E di farlo seguendo, se non un unico modello, linee e principi guida comuni in Europa, sulla scia dei valori che le sono propri.
Elsa Fornero, professore onorario di Economia Politica – UNIVERSITÀ DI TORINO, coordinatore scientifico del CeRP-Center for Research on Pensions and Welfare Policies – COLLEGIO CARLO ALBERTO, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità dal 2011 al 2013

12.25 Welfare e Digital Workplace: processi e tecnologie per il benessere in azienda
Siamo in un’epoca di rivoluzioni. E l’HR è chiamato a ripensarsi per diventare guida del cambiamento e creare un ambiente di lavoro fondato sulle persone e il loro benessere.
Smart Working, coesistenza tra sede e remoto, lavoro per obiettivi renderanno sempre più centrali il coinvolgimento, la comunicazione e il senso di appartenenza delle persone all’azienda.
Ma come ripensare i processi? E come rendere concreto il cambiamento? La tecnologia può supportare l’HR nel creare questo Digital Workplace: dalle piattaforme di welfare alle soluzioni per misurare il livello di stress ed engagement, dalla gestione dei piani di mobilità casa-lavoro alla comunicazione con app e strumenti di feedback.
Il tutto in un ecosistema digitale unico per tutti i processi aziendali, in grado di accompagnare le persone e di valorizzare ogni loro esperienza dentro e fuori dall’azienda.
Luca Stella, innovation manager BU HR – ZUCCHETTI

12.50 Famiglia, welfare e sostenibilità
La passione per l’olio extra vergine di oliva si tramanda in Coricelli da oltre 80 e da tre generazioni, una tradizione di famiglia fatta di impegno a garanzia di trasparenza e qualità, rispetto per le persone e per la comunità locale, salvaguardia dell’ambiente; il tutto per creare un sistema interconnesso e sostenibile. Ogni scelta aziendale è, infatti, frutto di una strategia d’insieme volta a misurare l’impatto che ogni azione ha non solo sui propri dipendenti ma sull’ambiente, sul territorio di appartenenza, sulla società. Da questa visione prendono forma i progetti pensati per diffondere buone pratiche, creare valore all’interno del proprio settore, sostenere associazioni, Enti, Onlus.
Chiara Coricelli, amministratore delegato – PIETRO CORICELLI 

13.15 Pausa Pranzo

14.30 Vecchi e nuovi bisogni sociali nella società delle piattaforme
Le piattaforme sono il nuovo modello organizzativo dei primi decenni del XXI secolo. La piattaformizzazione della società ha interessato inizialmente i servizi di trasporto e di accoglienza turistica ma ora riguarda ogni tipo di servizio e coinvolge anche il welfare state e il welfare aziendale. Le piattaforme di cura presentano specificità che dipendono dalle caratteristiche del servizio, degli utenti e della relazione operatore-utente e una interessante varietà a livello territoriale. Questo determina l’emergere di una varietà di modelli organizzativi e di servizio, che riconfigurano anche i rapporti tra pubblico e privato.
Ivana Pais, professoressa associata di Sociologia Economica nella facoltà di Economia – UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

14.55 La forza del ‘sistema aziendale Ducati’ per sostenere le persone
L’emergenza Covid-19 ci ha messo duramente alla prova, durante questi mesi abbiamo insieme risposto alla grande, dimostrando con i fatti la forza del nostro sistema aziendale, alimentato da relazioni sindacali centrate sulla partecipazione, che ha permesso di generare i livelli più alti di sicurezza, potenziare i diritti individuali e l’occupazione, garantire la tenuta anche del sistema premiante, implementando misure di welfare/wellbeing rivolte all’individuo e alla famiglia, salvaguardando e rilanciando, con ancor più prestigio, il nostro business. Abbiamo potenziato il ricorso allo smart working, introdotto in fase di sperimentazione nel 2018, per tutti gli impiegati, lasciando spazio e garantendo i più alti standard di sicurezza ai colleghi in presenza, legati alla produzione e alle aree tecniche di sperimentazione. In sinergia con diversi dipartimenti aziendali, abbiamo avviato la digitalizzazione di quasi tutti i processi, tra cui gli eventi interni e la formazione, permettendo a tutti i dipendenti di continuare a vivere l’Azienda, a dialogare con i colleghi e ad accrescere le proprie competenze.
Grazie all’intenso lavoro della Task Force Covid-19, costituita fin dal primo momento da componenti aziendali e sindacali, abbiamo, tra le tante attività, lanciato finora 4 campagne di screening offerte liberamente a tutta la comunità aziendale per avere una mappa epidemiologica dell’Azienda e difendere la salute, valore primario ed essenziale per Ducati. Con la stessa determinazione di sempre, abbiamo attivato la campagna di vaccinazione della popolazione aziendale, nel rispetto dei protocolli nazionali.
Andrea Gamberini, hr department – DUCATI

15.20 #noncefuturosenzacura
Ogni giorno in Danone ci poniamo l’obiettivo di abbracciare punti di vista e prospettive differenti, al cui centro rimane l’unicità di ognuno.
Abbiamo a cura la valorizzazione delle nostre persone e il loro benessere, per questo ci impegniamo attivamente per la parità di genere affinché le donne non siano costrette ad abbandonare la propria carriera per farsi carico dei lavori di cura. Proprio per questo abbiamo implementato Parental Policy e welfare aziendale a partire dal 2011 e recentemente una policy per supportare le persone fragili – Caregivers Policy – e una contro molestie e discriminazioni, un vero e proprio manifesto per prevenire e combattere insieme qualsiasi forma di intimidazione e violenza sui luoghi di lavoro.
Martina Boriani, HR business partner per i Business Services e la divisione Specialized Nutrition in Italia – DANONE

15.45 Intervento a cura di Diego Paciello, responsabile dell’area fiscale, welfare, compensation and benefits – TOFFOLETTO DE LUCA TAMAJO E SOCI

16.10 Dibattito con il pubblico e chiusura dei lavori 

{/tab}

{tab Relatori}

Martina Boriani, HR business partner per i Business Services e la divisione Specialized Nutrition in Italia – DANONE

Enrico Cappelletti, Technogym health, corporate & performance segment sales director – TECHNOGYM

Chiara Coricelli, amministratore delegato – PIETRO CORICELLI 

Elsa Fornero, professore onorario di Economia Politica – UNIVERSITÀ DI TORINO, coordinatore scientifico del CeRP-Center for Research on Pensions and Welfare Policies – COLLEGIO CARLO ALBERTO, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità dal 2011 al 2013

Andrea Gamberini, hr department – DUCATI

Emmanuele Massagli, presidente – AIWA

Gaia Melloni, head of organisational effectiveness department – ACTIONAID e FORUM DISUGUAGLIANZE E DIVERSITÀ

Diego Paciello, responsabile dell’area fiscale, welfare, compensation and benefits – TOFFOLETTO DE LUCA TOMAJO E SOCI

Alberto Perfumo, socio e amministratore delegato – EUDAIMON

Ivana Pais, professoressa associata di Sociologia Economica nella facoltà di Economia – UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

Luca Stella, innovation manager BU HR – ZUCCHETTI

{/tab}

{tab Format}

Il convegno si tiene in presenza. Non è prevista la trasmissione online

LOCATION:
Fondazione Stelline
Corso Magenta 61
20123 – Milano

Come arrivare:
Metro:  MM1/MM2 Cadorna, MM1 Conciliazione, MM2 S.Ambrogio
Treno:  FNM Stazione Cadorna
Tram:   16 – 19
Autobus: 50 – 58 – 67 – 94


Il Convegno si svolgerà nel rispetto delle norme sanitarie anti-Covid 19.
Saranno garantite ai partecipanti le seguenti misure di sicurezza:

• Misurazione temperatura corporea all’ingresso;
• Sanificazione spazi;
• Distanziamento sociale tra le sedute;
• Distribuzione di Lunch Box.

{/tab}

{tab Modalità di partecipazione}

Il convegno è rivolto a: Direttori HR e Organizzazione, Direttori Generali, Facility Manager e Servizi Generali.

L’accesso al convegno prevede il pagamento di una quota di € 100,00+IVA.
La quota di partecipazione è personale.

Per qualsiasi informazione contattare:

Responsabile del Progetto: Martina Galbiati – Responsabile Eventi e Marketing – martina.galbiati@este.it – Tel. 02.91434403 – Mobile: 3391068668
Responsabile Operativo: Giulia Zicconi – Event & Project Manager- giulia.zicconi@este.it – Tel. 02.91434415 – Mobile: 340.8236039

{/tab}

{tab Area Download}

Scarica il report dell’evento

Clicca qui e guarda il reportage del convegno

Di seguito sono disponibili le presentazioni dei relatori del Convegno in formato PDF:

Luca Stella, innovation manager BU HR –ZUCCHETTI

{/tab}

{tab Gallery Fotografica}

{/tab}

{/tab}

Sponsor

Zucchetti

Espositori

Media Partner

Actionaid new         AIWA NEW     Forumdd         PAROLE DI MANAGEMENT Secondo Welfare logo  tuttowelfare logo

Dettagli

Data:
giovedì, 22 Luglio 2021
Ora:
9:00/ 16:30
Prezzo:
€122

Luogo

Palazzo delle Stelline
Corso Magenta 61
Milano, 20100 Italia
+ Google Maps

Biglietti

The numbers below include tickets for this event already in your cart. Clicking "Get Tickets" will allow you to edit any existing attendee information as well as change ticket quantities.
Biglietti non sono più disponibili

Edizioni Este S.r.l.
Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
P.IVA: 00729910158 | TEL:02 91 43 44 00 | FAX:02 91 43 44 24
segreteria@este.it

Cookie Policy | Privacy Policy

Copyright © ESTE Srl - Powered by Sernicola Labs Srl