Hai perso la password?

L’Istruzione chiede sicurezza informatica

La pandemia ha stravolto la vita di tutti noi. Dai lavoratori agli studenti. Si parla infatti spesso delle problematiche relative all’Home working forzato, ma è importante evidenziare anche l’impatto che il Coronavirus sta avendo sulle scuole. La Didattica a distanza (Dad) ha infatti fatto emergere difficoltà su diversi fronti, dalla mancanza dei dispositivi alla sicurezza dei sistemi. Ed è per questo che il settore dell’educazione ha espresso necessità che vanno ascoltate.

Come Praim, azienda globale che sviluppa soluzioni software per la creazione e gestione di postazioni di lavoro evolute e soluzioni hardware Thin & Zero Client, ci siamo concentrati nell’offrire una risposta ai bisogni dell’Istruzione, sia quelli ‘classici’ sia quelli più impellenti, emersi di recente.

Sono richieste sicurezza automatizzata e postazioni uniformi

I bisogni nel settore dell’istruzione sono solitamente ben definiti e focalizzati su due aspetti: fornire postazioni di lavoro uniformi e personalizzate (in termini di strumenti software) e automatizzare la sicurezza e la gestione centralizzata.

Tipicamente questi requisiti sono limitati al fornire agli studenti strumenti ‘di laboratorio’ in ambiente controllato, ma la nuova sfida imposta oggi è quella di riuscire a dematerializzare il laboratorio stesso, separarlo dal luogo fisico e trasferirlo nelle case di ogni utente (siano essi docenti o discenti).

Usualmente, il campo dell’educazione si è sempre trovato a dover fornire per sua natura un numero elevato di postazioni di lavoro per dare accesso agli strumenti digitali specifici e utili alla didattica. E l’aspetto cruciale è la possibilità di garantire un ambiente ‘pulito’ a ogni nuovo utilizzo, indipendentemente dall’uso dei precedenti utenti. Si tratta quindi di fornire agli amministratori IT strumenti per proteggere le postazioni da usi scorretti (come bloccare periferiche o applicativi indesiderati) e far sì che l’effetto di ogni sessione di lavoro sia ‘annullato’ all’avvio successivo.

Inoltre, bisogno peculiare, è il poter personalizzare in maniera automatica le risorse e i permessi offerti ai diversi utenti sulla base del loro ruolo (docenti, esercitatori, studenti). Ma non solo. Gli utilizzi più intelligenti delle tecnologie digitali – in questo contesto – sono quelli che trasformano rapidamente l’ambiente di laboratorio, facendo sì che in giorni o orari specifici ogni gruppo afferente a diverse discipline trovi un ambiente ottimizzato con gli applicativi specifici per la propria materia.

Tutto ciò unito alla scalabilità e ripetibilità automatizzata di ogni azione di configurazione e manutenzione su tutto il parco gestito, esigenze di gestione centralizzata utili a qualsiasi amministratore di molte postazioni.

Oggi, però, per emergenza – e per maggiore competitività – siamo di fronte alla necessità di un cambio di paradigma. Le nuove sfide richiedono la capacità di poter fornire dispositivi anche in comodato, assicurando su questi, così come sui dispositivi domestici di proprietà degli studenti, l’accesso ai servizi principali utilizzati per la Dad e la Didattica digitale integrata. Si tratta, quindi, di fornire postazioni di lavoro ‘out of the lab’ e di adottare ambienti software flessibili, configurabili secondo esigenza, supportabili da remoto e uniformi.

Configurazione personalizzata e sicura

Il settore dell’education forma uno dei nostri principali casi d’uso e per questo offriamo una specifica categoria commerciale che comprende tecnologie in grado di supportare già oggi i bisogni più sfidanti, compresi quelli emersi di recente e in modo urgente.

Innanzitutto, offriamo ambienti software totalmente protetti e sicuri. Questi consentono di focalizzare l’utente sulle sole applicazioni e risorse necessarie, bloccando ogni strumento o modalità d’uso superflua o pericolosa. La configurazione di questi ambienti può essere effettuata centralmente, da remoto, e modificata a esigenza dall’amministratore.

I nostri ambienti software sono eseguibili anche in modalità ‘live – tramite chiavetta Usb – su qualsiasi dispositivo, anche già in possesso dell’istituto o dell’utente. Offrono, così, ambienti uniformi e la possibilità di fornire assistenza e aggiornamento solo collegandosi alla Rete WiFi domestica. Su ogni sistema è possibile poi attivare la protezione del disco, rendendo i dispositivi in comodato o le postazioni di laboratorio ‘pulite’ a ogni nuovo utilizzo.

Offriamo inoltre la possibilità, su qualsiasi postazione, di adottare una configurazione basata sul profilo, così che strumenti diversi siano forniti sulla base del login dell’utente, in base al ruolo (docente o studente) o alla classe di appartenenza.

Infine, le nostre soluzioni rendono i dispositivi pratici, efficienti e adottabili anche fuori dal laboratorio, come laptop o dispositivi all in one che integrano monitor e parte computazionale in un unico strumento.

Accesso sicuro, controllato e semplificato

I nostri strumenti lavorano direttamente a livello del sistema operativo delle postazioni digitali. Per questo sono in grado di controllare in dettaglio il modo in cui il dispositivo può essere utilizzato. Le nostre tecnologie (come Agile4PC), come anticipato, permettono di attivare la protezione del disco così che ogni azione effettuata da un utente sia annullata al riavvio.

Il nostro ambiente di lavoro permette poi di accedere alle risorse nella modalità desiderata, sia in forma Desktop sia Chiosco browser (potendo navigare solo sulla pagina Web dello strumento predefinito) o ancora in ‘modalità semplificata’, in cui – nello spazio di lavoro dell’utente – sono rese disponibili solo applicazioni e funzionalità essenziali.

Infine, è possibile attivare criteri di autenticazione e accesso alle postazioni basati su card o sulla somma di fattori (per esempio password e card), permettendo un accesso più rapido, sicuro e affine ai criteri del Gdpr. Il tutto gestito centralmente, in modo dinamico e trasparente per l’utente finale.

Una riconfigurazione facile e veloce

Il cuore delle nostre soluzioni sta nell’automazione della gestione di tutte le postazioni di lavoro. Il prodotto che consente tutto questo è ThinMan, la piattaforma offerta agli amministratori informatici. Grazie a questa soluzione è possibile raccogliere la configurazione di una singola postazione e distribuirla a tutte le altre, ovunque si trovino. In questo modo, le nuove postazioni aggiunte saranno automaticamente uniformate alle altre senza alcuno sforzo o costo.

Con Agile e ThinMan è possibile anche catturare (o meglio clonare) tutto ciò che è stato effettuato dall’amministratore su una singola postazione (il software installato, i relativi parametri, configurazioni, ecc.) e applicarlo su altri dispositivi. Questo è utile in particolare per quegli enti, soprattutto le università, che adottano in modo preferenziale soluzioni Open source (per esempio basate su Linux). Essi possono costruirsi il proprio portfolio di ‘postazioni tipo’, ognuna con software diversi destinati a una specifica disciplina. Di volta in volta, anche in modo automatizzato e temporizzato, possono applicare un diverso ‘clone’ per convertire rapidamente un intero laboratorio. Questo è molto leggero e, su una Rete interna, richiede solo pochi minuti per una riconfigurazione completa. Un’offerta completa, semplice e personalizzata.

L’articolo L’Istruzione chiede sicurezza informatica proviene da Parole di Management.

Edizioni Este S.r.l.
Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
P.IVA: 00729910158 | TEL:02 91 43 44 00 | FAX:02 91 43 44 24
segreteria@este.it

Cookie Policy | Privacy Policy

Copyright © ESTE Srl - Powered by Sernicola Labs Srl